martedì 28 febbraio 2017

Castagnole al forno

Martedì grasso, ultimo giorno di Carnevale e ultima occasione per gustare qualche dolcetto tipico del periodo delle maschere e dei coriandoli :-) Se però, come me, non amate friggere in casa o semplicemente volete mangiare qualcosa di "stuzzichevole" ma che non sia troppo pesante, queste castagnole sono un'ottima soluzione!
Morbidissime e dolci, ho letto per la prima volta di queste castagnole su Chiarapassion, una delle foodblogger più famose a livello nazionale. Quella che vi presento è la dose che ho fatto io (dimezzata rispetto all'originale) e con un paio di piccole modifiche che ho apportato agli ingredienti. Sono talmente buone che ve ne innamorerete!


INGREDIENTI (per circa 20 castagnole)
100 g di farina 00 + qualche cucchiaio di riserva
25 g di maizena
30 g di zucchero
15 g di burro morbido (tiratelo fuori una mezz'ora prima di impastare)
1 uovo
12 ml di maraschino (o in alternativa limoncello)*
2 g di bicarbonato di sodio
buccia grattugiata di mezzo limone

Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola e impastate fino a ottenere un panetto morbido; potreste aver bisogno di un po' di farina in più: aggiungetene poca alla volta fino ad avere una consistenza molto morbida ma che non appiccichi più. Lasciate riposare il tutto una ventina di minuti (io l'ho sempre lasciato a temperatura ambiente).
Trascorso il tempo di riposo, riprendete l'impasto, prelevate un po' di pasta - la grandezza di una piccola noce - e formate una pallina che andrete a posizionare su una teglia coperta da cartaforno. Procedete così fino a terminare l'impasto.
Infornate in forno già caldo e statico a 190° per 10 minuti - non superate questo tempo di cottura o avrete delle castagnole troppo "biscottose" -.
Ora, a voi la scelta: potete lasciarle raffreddare su una gratella e poi cospargerle di zucchero a velo oppure potete, ancora calde, passarle nel limoncello* e poi nello zucchero semolato, quindi lasciarle asciugare sulla gratella. Oppure, se non vi piace la sensazione dello zucchero semolato, potete - sempre da calde - passarle nel limoncello, lasciarle asciugare sulla gratella ed eventualmente spolverarle di zucchero a velo.

*Se dovete servirle a dei bambini, potete sostituire i liquori con succo di frutta. 

A sinistra con limoncello+zucchero semolato, a desta con limoncello+zucchero a velo; sullo sfondo le fritole al forno (ricetta qui)

Non sono carinissime? :-D

Limoncello e zucchero semolato

Semplici con zucchero a velo

Che famina!

Nessun commento:

Posta un commento