mercoledì 23 novembre 2016

“Quasi” Camille – tortine alle carote

Una merendina che, all’epoca, fu quasi rivoluzionaria è senza dubbio la “Camilla”, la merendina che introdusse l’uso di verdure nei dolci. Da bambina mi sembrava quasi incredibile che un dolce potesse essere così buono pur contendo verdura :-D
Ho scoperto questa ricetta girovagando in un forum di cucina, io l’ho solo leggermente modificata per adattarla agli ingredienti che, in quel momento, avevo in casa. Risultato dell’esperimento? Una tortina morbidissima, veloce da realizzare - si fa tutto con il robot da cucina - e che conquisterà anche i palati dei più piccoli…ma non ditegli con cos’è fatta ;-) segreto!







INGREDIENTI (per 10 tortine)
100 g di farina 00
50 g di farina di mandorle
100 g di zucchero
125 g di carote fatte a pezzetti piccoli (o grattugiate)
50 ml di succo d’arancia
40 ml di olio di semi
1 uovo
½ bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
½ fialetta di aroma arancia

Nel robot da cucina con le lame, inserite le carote, la farina di mandorle, l’olio e l’aroma arancia, azionate e riducete il tutto in crema (se il composto dovesse addensarsi sulle pareti, fermate il macchinario e abbassate il tutto con un cucchiaio). Aggiungete l’uovo e lo zucchero e mescolate nuovamente. Fermate, aggiungete il succo, il pizzico di sale, la farina e date ancora un’amalgamata. Per ultimo inserite il lievito e date un’ultima frullata.
Dividete il composto negli stampini scelti (la forma che più vi piace; io ho usato gli stampini da muffin, sono ancora più belle se avete a disposizione gli stampini semisferici) e inserite in forno preriscaldato – modalità statico – a 180° per 30 minuti.
Sfornate le “quasi” Camille e lasciatele raffreddare completamente sulla grata da cucina prima di consumarle.
Che famina!

Nessun commento:

Posta un commento