martedì 1 settembre 2015

Spaghetti ai pomodorini e pangrattato

Questa è una delle pastasciutte che più amo in assoluto. Nella sua semplicità, è decisamente gustosissima. In aggiunta, è facile facile da preparare e ruba soltanto pochi minuti, l'ideale per quando si hanno tempi stretti.
Vi consiglio di provarla adesso, quando la terra e l'estate ancora ci regalano buonissimi pomodori (quelli che ho usato in questo piatto provengono direttamente dall'orto del papà! :-) )






Ingredienti (per 4 persone)
320 g di spaghetti (io ho scelto gli spaghetti alla chitarra)
500 g di pomodorini piccadilly
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio di pangrattato
1 spicchio d'aglio
origano q.b.
basilico q.b.
sale q.b.

Iniziate mettendo in una pentola l'acqua per la pasta e ponetela sul fornello a bollire. Nel frattempo preparate il condimento: prendete una padella, mettetevi l'olio e l'aglio e fate scaldare. Quando l'aglio è ben rosolato, toglietelo. Unite ora il pangrattato e tostatelo, deve assumere un colore dorato. Una volta pronto, spegnete la fiamma, unite una spolverata di origano, mescolate e lasciate che si insaporisca.
Lavate i pomodorini, togliete la parte dura dove il frutto è attaccato al ramo e tagliateli quindi a spicchi. Riaccendete la fiamma sotto la padella, unite i pomodorini, aggiungete due pizzichi di sale e lasciateli cucinare appena: devono solo ammorbidirsi, non saranno necessari più di 5 minuti. Per mescolarli, spadellateli, così non si romperanno troppo.
L'acqua avrà iniziato a bollire, salatela e buttate la pasta. Una volta cotta, scolatela e unitela ai pomodori. Con la fiamma accesa sotto la padella, mescolate e spadellate per un paio di minuti, in modo tale che pasta e condimento si amalgamino per bene.
Impiattate, completate con qualche foglia di basilico fresco e servite.


Che famina!

Nessun commento:

Posta un commento