lunedì 12 maggio 2014

La Divina, ovvero LA torta al cioccolato fondente (ricetta per riutilizzare le uova di Pasqua)

Con questa torta è stato amore al primo assaggio. E' particolarissima: dentro cremosa, fuori leggermente croccante, si scioglie in bocca e sprigiona tutta la sua anima "cioccolatosa". Insomma, per quelli che, come me, nutrono una vera e propria venerazione per il cioccolato fondente, questa diventa LA torta per eccellenza.
Non è per niente difficile da realizzare: pochi ingredienti e, tra le note positive, la quasi totale assenza di farina e la mancanza di lievito, che rendono questo dolce più leggero. Per quanto leggera possa essere considerata una torta al cioccolato...! :-)
Se volete poi "esagerare" nel servire (o nel gustarvi!) una fetta della Divina, accompagnatela con una cucchiaiata di marmellata di arance o con una pallina di gelato alla vaniglia.

INGREDIENTI (per uno stampo da 22 cm)
200 g di cioccolato fondente
100 g di burro
100 g di zucchero (anche di canna se volete, darà un ottimo aroma)
3 uova
1 cucchiaino di farina
1 bustina di vanillina
1 bicchierino di rhum
1 pizzico di sale

Iniziate facendo sciogliere in un pentolino a bagnomaria il cioccolato ed il burro. Se avete un forno a microonde potete anche accelerare questo passaggio mettendo tutto in un contenitore per microonde e azionando il fornetto a bassa potenza per circa 3 minuti, terminati i quali mescolerete il composto che si scioglierà in un attimo.
Mettete da parte e fate intiepidire. Nel frattempo separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi con il pizzico di sale a neve ferma. Lavorate ora con le fruste elettriche (o anche con la frusta a mano se avete pazienza) i tuorli con lo zucchero e la vanillina; quando il composto sarà diventato più chiaro e spumoso, unite la farina, il rhum e il composto con il cioccolato e continuate a mescolare fino a che non sarà tutto amalgamato. Unite infine gli albumi, mescolando lentamente a mano con un mestolo, con movimento dal basso verso l'alto per non farli smontare.
Preparate adesso la teglia scelta, foderandola con un foglio di alluminio da cucina (fidatevi, in questa ricetta è proprio così il procedimento!), versatevi all'interno il composto e mettete in forno a 175° per 25 minuti. Non preoccupatevi se in cottura sulla superficie si formeranno delle crepe, è il bello di questa torta! Poi comunque la dovrete rovesciare ;-)
Una volta cotta, lasciatela raffreddare nella teglia, quindi capovolgetela sul vassoio o sulla tortiera, schiacciatela leggermente - con delicatezza -  con le mani e togliete il foglio di alluminio. Conservatela un'oretta in frigorifero prima di servirla: a voi la scelta se gustarla così, spolverizzarla con zucchero a velo, o accompagnarla con gelato, marmellata, crema...
Ecco il cremosissimo interno


Che famina!




2 commenti:

  1. Ciao, questa torta come preparazione assomiglia molto ai brownies! Brava 10 e lode!

    RispondiElimina
  2. Ciao Roberta! Grazie di essere passata da queste parti :-D è vero, ricorda molto la consistenza dei brownies, è bella cremosina all'interno ;-) si potrebbe provare ad aggiungere un po' di granella di nocciole!

    RispondiElimina