lunedì 24 marzo 2014

Pan brioche salato con pere e brie

Proseguono i miei esperimenti con i prodotti lievitati e devo dire che stavolta sono davvero più che felice del risultato! Stavolta ho voluto lanciarmi nella preparazione di un pan brioche salato, ottenendo alla fine un pane morbidissimo e lievitato perfettamente.
Tempo fa avevo preparato un antipasto abbinando pere e formaggio brie su dei crostini, abbinamento che mi era piaciuto un sacco, così mi sono detta "perché non metterlo direttamente all'interno del pane?!". Detto fatto, mi sono messa all'opera e il risultato è stato questo meraviglioso pan brioche dal gusto originale.

Per realizzarlo ho utilizzato della farina Manitoba del Molino Grassi - una miscela di farina tipo 0 di grano tenero Manitoba biologico, arricchita da farina di farro spelta biologico e farina di segale biologica- ricevuta qualche giorno fa insieme ad un altro pacco di farina della Linea Qb Qualità Bio, ad un carinissimo grembiule e, soprattutto, alla possibilità di partecipare al contest "Blogger love Qb" lanciato dallo stesso Molino Grassi e dal blog Nondisolopane per l'ottantesimo anniversario di attività dell'azienda.


INGREDIENTI
Per il pan brioche:
300 g di farina Manitoba, Molino Grassi - Linea Qb
200 g di farina 00
250 ml di latte
50 g di burro fatto ammorbidire
25 g (1 cubetto) di lievito di birra
10 g di sale fino
5 g di miele d'acacia
5 g di zucchero
1 uovo

Per il ripieno: 2 pere williams non troppo grandi e 150 g di formaggio brie, tutto tagliato a cubetti.

Per la decorazione: 1 cucchiaio di latte, 2 cucchiai di semi di sesamo.

Iniziate intiepidendo il latte e quindi sciogliendovi dentro il miele, lo zucchero e il lievito. Lasciate che il composto inizi ad agire, per una decina di minuti (si formerà una schiumina in superficie).
Nel frattempo, preparate gli altri ingredienti.

Se avete a disposizione un'impastatrice, setacciate nella ciotola la farina Manitoba e la farina 00, sul bordo praticate una conchetta e mettetevi il sale. Al centro, praticate un buco dove metterete il burro ben ammorbidito, l'uovo - che avrete leggermente sbattuto - e il composto di latte e lievito preparato in precedenza. Avviate l'impastatrice e lasciatela andare un paio di minuti, finché gli ingredienti non si saranno ben amalgamati, quindi trasferite comunque sul piano da lavoro, infarinato con una cucchiaiata di farina Manitoba, "la palla" che si sarà formata e lavoratela con le mani ancora 5 minuti, anche sbattendola energicamente sul piano per dare elasticità all'impasto.

Se non avete un'impastatrice, preparate il piano da lavoro (o una ciotola molto capiente se avete paura di veder correre latte e uovo dappertutto!) e setacciatevi la farina Manitoba e la farina 00. Sul bordo praticate una conchetta e mettetevi il sale, al centro invece preparate il buco dove metterete l'uovo leggermente sbattuto, il burro ammorbidito e per ultimo il composto di latte e lievito. Iniziate a lavorare il tutto e impastate energicamente per almeno 10 minuti, sbattendo alcune volte l'impasto sul piano, per conferirgli elasticità. (Se avete optato per la ciotola, iniziate impastando lì dentro e, una volta che gli ingredienti sono ben amalgamati, proseguite sul piano di lavoro). 

Una volta pronto l'impasto, dategli la forma di una palla e mettetela in una ciotola ben capiente e leggermente infarinata. Copritela con un canovaccio e mettetela a lievitare. Consiglio: mettetela dentro il forno, spento ma con la luce accesa; si creerà quel po' di calore giusto per una bella lievitazione. L'impasto deve raddoppiare di volume, a me ci è voluta 1 ora e 30 minuti.
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l'impasto, sgonfiatelo, dividetelo in due parti grossomodo uguali e stendetele con il mattarello ad uno spessore di circa 5 mm, creando 2 rettangoli. Riempiteli mettendo al centro di ognuno le pere ed il brie, ripiegate la pasta su sé stessa e sigillate bene tutti i bordi.
Ora, facendo un po' di attenzione affinché la pasta non si rompa, unite i due rotoli ad un'estremità e avvolgeteli insieme, creando una spirale. Ponetela nello stampo che avete scelto per la cottura (io uno rotondo a cerniera) e che avrete leggermente oliato e infarinato. Spennellate il pan brioche con il latte e cospargete di semi di sesamo.
Coprite nuovamente con il canovaccio e fate lievitare ancora 1 ora in un posto caldo e riparato da correnti d'aria. Passato il tempo della seconda lievitazione, mettete in forno caldo a 190°, modalità statico, per circa 35 minuti.
Una volta cotto, togliete dal forno il pan brioche, fatelo raffreddare un po', quindi toglietelo dallo stampo e mettetelo su un bel piatto. Servitelo appena tiepido o anche freddo.

Eccolo qui, ancora un po' caldino, con tutto il suo cuore di brie fuso e tanti bei pezzetti di pera...

...e qui invece completamente raffreddato, in tutta la sua sofficità! 

Che famina!



6 commenti:

  1. Grazie Sely, che meraviglia questa brioche salata, si vede anche dalle foto quanto è soffice! grazie per il tuo contributo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina! Grazie a voi del contest per l'opportunità! Non vedo l'ora di provare anche l'altra farina...aspettatemi ancora ;-)

      Elimina
  2. Che bella idea! La metto nella lista di cose da fare.. ho ancora farina qb. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao "collega" :-) sono contenta che ti piaccia l'idea! Io ora testerò anche l'altro pacco di q.b., ho già un paio di ricette che mi frullano per la testa...a presto!

      Elimina
  3. Che meraviglia davvero!! In bocca al lupo per il contest io dovrò sbrigarmi va là...
    Questi potrei copiarteli davero davvero golosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara, crepi il lupo!! :-) presto vedrò on line una tua creazione allora...buona fortuna anche a te e buon "impastamento"! ;-)

      Elimina